Associazione Variazioni - Facebook Associazione Variazioni - Google

Progetti finanziati dalla Legge 6/2000 dal Dipartimento per l’Università, l’alta Formazione artistica, musicale e coreutica e per la ricerca.

Mi salvo Così. (Anno scolastico 2012/2014)
“Mi salvo Così. Riscopriamo l’uso delle piante nella vita quotidiana”, progetto finanziato dal MIUR, Decreto Direttoriale 11 marzo 2013 n. 418, Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca Scientifica, in collaborazione con il Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, l’Università degli Studi di Camerino, l’Ufficio Territoriale per la Biodiversità-Corpo Forestale dello Stato, il Dipartimento di Scienze Ambientali Università degli Studi di L’Aquila, l’Associazione Culturale “Idee in Movimento.

Il progetto divulgativo “Misalvocosì: Riscopriamo gli utilizzi delle piante nella vita quotidiana” ha avuto come obiettivo il recupero delle pratiche ecosostenibili legate all’utilizzo delle piante, (soluzioni ecocompatibili quali la produzione di saponi naturali, la tintura naturale delle stoffe, la fitoalimurgia,cioè l’uso culinario delle piante da cucina), attraverso un ciclo di incontri che ha coinvolto il vasto pubblico degli appassionati, residenti e non nelle vicinanze, gli operatori del settore turistico dell'area del Gran Sasso Laga, i professionisti del settore. Si sono realizzati laboratori teorico pratici volti a stimolare un atteggiamento di rispetto per l’ambiente e di ricerca di nuovi stili di vita compatibili con le esigenze dell’ambiente e del principio della sostenibilità. Attraverso la sperimentazione sul campo mediante visite guidate all'orto botanico di alta quota, si è voluto sensibilizzare le nuove generazioni alla tutela e salvaguardia del patrimonio scientifico locale e di interesse internazionale gestito dall'UTB-UfficioTerritoriale per la Biodiversità dell'Aquila del Corpo Forestale dello Stato. Le visite e alcuni laboratori didattici hanno coinvolto le classi III e IV dell'Istituto comprensivo di Navelli e si sono svolti presso il Centro Ricerche Floristico dell'Appennino-Ente Parco Gran Sasso laga.

Il 3 novembre 2014 sì è concluso il Progetto con un incontro finale presso la sala convegni del CRFA di Barisciano.

L’idea di questo progetto è nata dal desiderio di riscoprire e divulgare le tradizioni del nostro territorio, con un attenzione particolare agli studenti delle scuole elementari. Lo scopo è stato quello di mostrare loro come è ancora possibile utilizzare i prodotti della nostra natura per realizzare con le nostre mani ciò che utilizziamo nella vita di tutti i giorni, come saponi, cibo o colori. Le tre scuole coinvolte nel progetto sono state quelle di Barisciano, Capestrano e Poggio Picenze.

Ognuna di queste scuole si è dedicata alla realizzazione di un preciso prodotto. I ragazzi di Capestrano hanno lavorato sul Sambuco nero, con un laboratorio di Phytoalimurgia (alimentazione con le erbe spontanee). Il prodotto finale si è concretizzato nella preparazione di una bevanda a base di fiori di Sambuco. La scuola di Barisciano ha invece raccolto rami di Ginepro Rosso da utilizzare nella produzione di un sapone vegetale a base di olio di oliva e mandorle. Ai ragazzi di Poggio Picenze è toccato invece cimentarsi con le foglie dell’Orniello per tingere matasse di lana ottenendo un bel giallo oro.

Grazie al contributo dei ragazzi sono stati realizzati un quaderno didattico e un video che racconta i momenti più rappresentativi del progetto.

Nell’ambito dello stesso progetto sono stati inoltre organizzati dei corsi/laboratorio, rivolti ad un pubblico adulto, sui medesimi temi: Phytoalimurgia, Saponi Naturali, Tintura Naturale

Sono state inoltre preparate tre dispense didattiche (scaricabili come pdf), utili strumenti per educatori, insegnanti e per chiunque voglia cimentarsi nell’utilizzo delle piante officinali.

Questo progetto è il risultato della collaborazione tra Istituzioni Pubbliche, Scuole e Associazioni i cui materiali prodotti vogliono essere strumenti utili per la promozione e la divulgazione della ricerca scientifica.

Di seguito sono riportati i dettagli relativi al progetto e alle sue attività.
Capofila progetto: Associazione culturale “Variazioni”
Responsabile scientifico: Dott.ssa Daniela Tinti (Ente Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga)
Partner di progetto:

  • Ente Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga
  • Associazione culturale “Idee in Movimento”
  • Corpo Forestale dello Stato
  • Istituto comprensivo di Navelli
  • Edizioni Prime Vie
  • Università degli studi di Camerino

Escursioni e laboratori

17-18-19 Maggio 2013 Corso di Phytoalimurgia-Cucina con erbe spontanee
5-6-7 luglio 2013 Corso di Tintura naturale "tingere i tessuti con le erbe spontanee!
28-29 settembre 2013 Produzione di Saponi Naturali

Plesso Di Capestrano, tutte le classi (19 Alunni)
Insegnanti Siria Caruso- DI Pietro Roberta
Mercoledì 2 Maggio Esucursione-
Lunedi 19 maggio Laboratorio

Plesso di Barisciano:classi III e IV (16 Alunni)
Insegnanti Rosa Quintina-Colaianni Daniela
Mercoledì 21 Maggio Escursione –
Laboratorio 21 Maggio

Plesso di Poggio Picenze classi III (9 Alunni) e IV (17 Alunni)
Insegnanti:Marianna Del Rossi_ MariaElena Scoccia
7 Maggio Escursione-
12 Maggio Laboratorio

 

Quaderno didattico MISALVOCOSì

Quaderno Phytoalimurgia

Quaderno Saponi Naturali

Quaderno Tintura Naturale

 

Video: https://www.youtube.com/watch?v=tiKDdLCN0fk

 

 

Botanici in erba (Anno scolastico 2010/2011)

Il progetto “Botanici in Erba" -un ponte telematico tra la scuola e  il Centro Ricerche Floristiche dell’Appennino” 

Il progetto Botanici in Erba, frutto della collaborazione tra l'Istituto Comprensivo di Navelli (capofila del progetto), l’Ente Parco e l'Associazione Culturale Variazioni di S. Pio delle Camere, ha coinvolto 131 Bambini dei Plessi di San Pio delle Camere, Barisciano, Capestrano. Navelli, Poggio Picenze. Gli studenti sono stati coinvoltì nelle realizzazione del ponte telematico, escursioni sul campo e la realizzazione di veri propri strumenti scientifici, come erbari, schede di valutazione e posters di divulgazione scientifica.

I ragazzi sono stati impegnati in una vera e propria ricerca floristica che li ha portati a raccogliere, identificare ed essiccare campioni floristici sotto la guida dei responsabili scientifici del C.R.F.A. I dati raccolti e classificati hanno acquisito una vera e propria valenza scientifica, ulteriormente validata dalla collaborazione con i botanici dell'Università di Camerino. Successivamente sono entrati a far parte della banca dati della flora d'Abruzzo.

L'incontro conclusivo del Progetto ha visto i piccoli botanici presentare il lavoro delle loro ricerche e il riconoscimento per ogni scuola dei migliori lavori realizzati.

*I botanici del Parco e dell’Università hanno certificato, e lo si può leggere nella sezione “area di studio “ della Miniguida qui allegata, che il presente contributo è da considerarsi valido ai fini scientifici e per la gestione e tutela del territorio

Il ponte telematico tramite piattaforma Skype ha coinvolto i seguenti Plessi:

Skype Barisciano: scuolabarisicano
Skype Capestrano: scuolacapestrano
Skype Poggio Picenze: scuolapoggio

 

Prodotto finale: MINIGUIDA

Associazione Variazioni - Sostienici

Associazione Variazioni - Nati per leggere

Lettori volontari cercasi!!

Progetto Biblioteca del

Centro Culturale puntoacapo

 

Biblioteche e ludoteche

Associazione culturale variazioni

JSN Solid template designed by JoomlaShine.com