Associazione Variazioni - Facebook Associazione Variazioni - Google

TITOLO I Denominazione - Sede - Durata - Oggetto

Art. 1
È costituita l'Associazione Culturale “VARIAZIONI”.
Essa ha sede legale in San Pio delle Camere (L'Aquila) in Via Roma, 3. Il trasferimento della sede può aver luogo su deliberazione dell'Assemblea dei Soci Fondatori, che può istituire uffici anche in altre località. Le sedi operative della Associazione, necessarie allo svolgimento dell'attività e al raggiungimento degli scopi istituzionali vengono individuate dall'Assemblea dei soci Fondatori. L'associazione può aderire, con delibera da adottarsi dall'assemblea generale, ad altre associazioni od enti quando ciò torni utile al conseguimento dei fini sociali.

Art. 2
La durata dell'Associazione è a tempo indeterminato.

Art. 3

L'associazione riunisce quanti mirano allo studio, alla valorizzazione e alla difesa del notevole patrimonio storico-ambientale della Regione Abruzzo, con un'attenzione particolare per i territori della Provincia dell’Aquila, non escludendo la possibilità di instaurare rapporti extraregionali e/o extranazionali per futuri progetti di collaborazione e cooperazione.
Il vincolo, pertanto, che lega quanti si riuniscono nell'associazione è la predilezione assoluta per indagini, attività e prospettive che tengano conto unicamente di analisi in chiave economica, socio-culturale e razionale.

Art. 4
L'Associazione non persegue fini di lucro.
Lo scopo dell'associazione è quello di:

  • valorizzare, recuperare e qualificare il patrimonio artistico, storico, monumentale, archeologico e naturalistico dei territori della Provincia dell’Aquila , senza escludere attività in altri territori;
  • programmare, produrre e gestire un'attività culturale, editoriale-informatica, sia individuale sia di gruppo, nell'intento di realizzare opere e strumenti di divulgazione e fornire servizi culturali;
  • offrire opportunità di aggregazione, di impegno e di crescita culturale a quanti, insoddisfatti dell'attuale situazione socio-culturale della nostra società aspirano a formare e diffondere modelli etici conformi con gli ideali dell'associazione stessa;
  • promuovere la costruzione di iniziative di carattere culturale e sociale quali: spettacoli musicali, teatrali e cinematografici; mostre d’arte; iniziative di aggregazione e socializzazione;
  • promuovere e gestire l'attuazione di programmi di itinerari, percorsi territoriali, visite guidate, vernissage, elaborazione di materiale didattico, illustrativo, editoriale e audiovisivo, ricerche e consulenze rivolte ai singoli cittadini, scuole, enti pubblici e privati, associazioni e a chiunque altro ne faccia richiesta;
  • organizzare seminari, incontri, dibattiti, mostre, convegni, eventi, corsi di istruzione e qualificazione, attività didattica, concorsi, gemellaggi e scambi culturali;
  • attuare iniziative integrative nella vita familiare, scolastica, sociale, Centri Sociali ed iniziative ricreativo-culturali, laboratori di educazione al movimento psico-corporeo, creatività e comunicazione globale per lo sviluppo della comunicazione affettiva;
  • istituire borse di studio per i giovani attraverso dei protocolli di intesa con le Scuole e gli Istituti Universitari con lo scopo di avvicinare al mondo della creazione contemporanea;
  • curare la produzione, la traduzione e la distribuzione di materiale stampa, cinematografico e audiovisivo necessario od utile alla realizzazione degli scopi sociali;
  • promuovere l'organizzazione e la gestione di centri, istituzioni e organizzazioni che abbiano come fine lo studio, la valorizzazione e il recupero del patrimonio artistico e culturale, sia nella promozione di iniziative culturali e sociali, sia nella gestione di luoghi e strutture conformi a conseguire gli scopi sociali dell’associazione stessa;
  • partecipare a società e consorzi le cui attività si integrino nell'attività dell'associazione stessa;
  • avanzare proposte agli Enti Pubblici locali quali: Consigli Comunali, Comunità Montane, Consorzi di Comuni e di qualsiasi genere, Assessorati alla cultura delle Regioni e dell’Amministrazione Provinciale, Provveditorati agli Studi, Università Statali degli studi, Scuole e Istituti di qualsiasi ordine e grado, per una adeguata concordata programmazione socio-culturale sul territorio;
  • svolgere qualsiasi altra attività connessa e affine alla realizzazione degli scopi sociali.
    Tali attività possono essere svolte direttamente dall’Associazione oppure cooperando con Università, Centri di Ricerca o ad altri Enti pubblici o privati (associazioni, cooperative, organismi e movimenti).
    A tal fine l’Associazione può prevedere la richiesta di sovvenzioni, finanziamenti, contributi e sponsorizzazioni da parte di privati e di enti competenti.

Art. 5
Strumenti della diffusione delle idee, proposte ed elaborazioni dell'Associazione saranno campagne promozionali tramite i comuni mass media (stampa, radio, televisioni, ecc.) e realizzazione di un sito internet dove poter divulgare in tempo reale tutte le iniziative, per meglio coinvolgere gli interessati non presenti sul territorio.

TITOLO II SOCI

Art. 6
Possono far parte dell'Associazione tutti coloro i quali, condividendo le finalità del presente Statuto, intendono partecipare alle attività organizzate dall'Associazione per il raggiungimento delle stesse. Potranno inoltre essere soci anche Associazioni e Circoli , Enti pubblici e privati aventi attività e scopi non in contrasto con quelli dell'Associazione .

Art. 7
È ammessa la figura del sostenitore non socio, il quale potrà corrispondere con l’Associazione e partecipare alle riunioni, senza diritto di voto e senza poter interloquire.
I soci si dividono in:
Fondatori: sono coloro i quali hanno partecipato alla costituzione dell'Associazione e sono richiamati nell'Atto Costitutivo. Essi sono tenuti al pagamento dell’eventuale quota sociale, di eventuali quote integrative ed eventuali quote integrative straordinarie. Essi sono membri di diritto dell'Associazione.
Ordinari: sono coloro i quali, avendo interesse alle attività e in particolare, agli scopi dell'Associazione, richiedono di essere ammessi all'Associazione. Essi sono tenuti al pagamento dell’eventuale quota sociale.
Sostenitori e Benemeriti: sono coloro che, avendo un maggiore interesse agli scopi dell'Associazione, richiedono l'adesione all'Associazione stessa e assumono tale qualità di Soci Sostenitori in virtù di un loro maggiore contributo finanziario, con apporti economici, lasciti e donazioni, rispetto ai Soci Ordinari. Essi sono tenuti al pagamento dell’eventuale quota sociale di eventuali quote integrative ed eventuali quote integrative straordinarie. Saranno nominati “Soci Sostenitori” dell'Associazione, gli enti o privati, italiani o stranieri, che si impegnino a versare all'Associazione un contributo annuo ritenuto congruo da parte dell’Assemblea dei Soci Fondatori e comunque valutabile caso per caso. L'Associazione può decidere di evidenziare, nelle proprie pubblicazioni, il ruolo dei Soci Sostenitori.
Onorari: sono coloro che per particolari meriti o considerazioni siano dall'Assemblea dei Soci Fondatori ritenuti in grado, anche senza alcuna partecipazione finanziaria, di conferire lustro all'Associazione "VARIAZIONI”
I nominativi e le generalità dei soci sono registrati sull'apposito registro.

L'Assemblea dei Soci è composta dai soci Fondatori e Ordinari; si riunisce almeno una volta all'anno o più a discrezione del Presidente e su convocazione del Presidente stesso.
Il Presidente deve convocare l'assemblea dei Soci quando ne faccia richiesta almeno un terzo dei membri. Le convocazioni vengono effettuate con avviso verbale.

Art. 8
Per essere ammessi a Socio Ordinario è necessario presentare domanda di adesione all'Associazione con l'osservanza delle seguenti modalità ed indicazioni:

  • indicare nome e cognome, luogo e data di nascita, luogo di residenza;
  • dichiarare di attenersi al presente Statuto e alle deliberazioni degli Organi sociali e degli eventuali regolamenti, deliberati dagli Organi sociali dell’Associazione oltre alla disponibilità alla partecipazione attiva alle iniziative dell'Associazione.

L'adesione ha effetto solo a seguito del versamento dell’eventuale quota associativa.
Ogni socio ordinario è tenuto a rinnovare annualmente la propria adesione mediante comunicazione all'Assemblea dei Soci Fondatori. L'eventuale quota associativa non è trasmissibile, ad eccezione dei trasferimenti a causa di morte e gli stessi non sono rivalutabili.
L'ammissione dei Soci Onorari, previa accettazione da parte degli stessi, viene deliberata dall’Assemblea dei Soci Fondatori, con maggioranza assoluta.

Art. 9
L'Assemblea dei Soci Fondatori potrà di anno in anno stabilire l'ammontare dell’eventuale contributo che sarà richiesto a ciascun associato una volta sola al momento della sua ammissione e potrà, sempre di anno in anno stabilire l'ammontare di eventuali quote associative.

Art. 10
Decadenza.
La qualità di Socio effettivo si perde:
a) per dimissioni, qualora non si rinnovi l'adesione all'Associazione.
b) per esclusione, su deliberazione dell'Assemblea dei Soci Fondatori a maggioranza dei 2/3, quando l'attività del Socio sia in contrasto con l'ideologia e gli scopi dell'Associazione o sia ad essa pregiudizievole, oppure quando il Socio si sia reso colpevole di atto lesivo della pacifica convivenza e dello spirito di tolleranza precipui dell'Associazione stessa; non osservi le disposizioni dell’Atto Costitutivo, Statuto e Regolamento, oppure le deliberazioni legalmente adottate dagli Organi sociali
c) per decadenza: è pronunciata dall'Assemblea dei Soci Fondatori nei confronti dei Soci interdetti o inabilitati e nei confronti di quelli che vengono a trovarsi in una situazione di incompatibilità relativamente a quanto previsto dagli scopi sociali dell’Associazione.

Art. 11
Rimborsi
I soci dimessi/receduti, decaduti o esclusi non potranno chiedere rimborsi.

Art. 12
Organi Sociali
Sono Organi sociali dell’Associazione:

  • L'Assemblea dei Soci Fondatori è composta dalle persone che hanno costituito l'Associazione e che sono menzionate nell'Atto Costitutivo. Essi sono membri di diritto dell'Associazione. Possono tuttavia comporre l’Assemblea dei Soci Fondatori quei Soci Ordinari o Sostenitori che, fattane richiesta e versata l’eventuale quota sociale, siano cooptati a maggioranza assoluta dell'Assemblea dei Soci Fondatori;
  • Il Presidente e il vicepresidente vengono nominati dall’Assemblea dei Soci Fondatori;
  • L'Assemblea dei Soci Ordinari è composta dai soggetti che ne abbiano fatta richiesta. I Soci Ordinari partecipano alle attività dell'Associazione, usufruiscono a pieno titolo dei servizi e di tutte le attività, ma non possono ricoprire cariche sociali. L’Assemblea dei Soci Ordinari può essere convocata solo dall’Assemblea dei Soci Fondatori attraverso lettera raccomandata, e-mail o sms, con congruo anticipo;
  • Il collegio dei Revisori;
  • Il Collegio dei Probiviri.


Art. 13
Assemblea dei Soci Fondatori
L'assemblea dei Soci Fondatori viene convocata dal Presidente con i mezzi da lui ritenuti più idonei e con congruo anticipo almeno una volta all'anno entro il 30 giugno. L’Assemblea dei Soci Fondatori si riunisce ogni qualvolta lo ritenga necessario la Presidenza o ne faccia richiesta almeno un terzo dei Soci Fondatori; in assenza del Presidente la riunione sarà presieduta dal vicepresidente.
- Approva le linee generali del programma di attività per l'anno sociale;
- Procede all'approvazione di eventuali nuove cariche sociali;
- Approva il Bilancio preventivo e consuntivo;
- Formalizza le proposte per la gestione dell’Associazione;
- Elabora il Bilancio consuntivo che deve contenere le singole voci di spesa e di entrata relative al periodo di un anno;
- Elaborare il bilancio preventivo che deve contenere, suddivise in singole voci, le previsioni delle spese e delle entrate relative all’esercizio annuale successivo;
- Stabilisce gli importi delle quote annuali delle varie categorie di soci;
- Approva gli stanziamenti per le iniziative previste;
- Delibera su tutte le questioni attinenti alla gestione sociale;
- Delibera circa la decadenza o l'esclusione dei Soci Ordinari;
- Delibera circa l’ingresso nell’Assemblea dei Soci Fondatori dei Soci ordinari o Sostenitori;
- Nomina il Collegio dei Revisori e il Collegio dei Probiviri;
- Approva il regolamento interno;
- Delibera sulle modifiche dello Statuto e l’eventuale scioglimento dell’Associazione;
- Delibera su ogni altro oggetto attinente alla gestione sociale riservato alla sua competenza dal presente Statuto;
- In particolar modo, in assenza di altro Organo di Amministrazione, sono di competenza dell’Assemblea dei Soci Fondatori tutti i poteri per la gestione ordinaria e straordinaria dell’Associazione.
Di ogni riunione deve essere redatto un verbale da portare a conoscenza di tutti i Soci dell’Associazione (anche solo on line).

Art. 14
Validità dell’Assemblea dei Soci Fondatori
In prima convocazione l'Assemblea dei Soci Fondatori è regolarmente costituita con la presenza di metà più uno dei Soci. In seconda convocazione, l'Assemblea è regolarmente costituita qualunque sia il numero degli intervenuti e delibera validamente a maggioranza assoluta dei voti dei Soci presenti. La seconda convocazione può avere luogo un’ora dopo la prima.

Art. 15
Votazioni
Le votazioni avvengono per alzata di mano, salvo diversa deliberazione dell'Assemblea dei Soci Fondatori. È in ogni caso escluso il voto segreto.

Art. 16
Deliberazioni
L'Assemblea dei Soci Fondatori, tanto ordinaria che straordinaria, è presieduta dal Presidente, le deliberazioni adottate dovranno essere riportate su apposito Libro dei verbali. In caso di impedimento grave del Presidente, l'Assemblea può essere presieduta dal vicepresidente o, in extremis, da un membro dell’Assemblea dei Soci Fondatori. In questo ultimo caso la scelta deve essere approvata dalla maggioranza dei Soci Fondatori presenti.

Art. 17
Validità Dell’assemblea.
Le Assemblee, sia ordinarie che straordinarie, sono validamente costituite ed atte a deliberare:
in prima convocazione, quando sia presente (o rappresentata) la maggioranza assoluta dei voti di cui dispongono tutti i soci; in seconda convocazione: qualunque sia il numero dei presenti.
Le deliberazioni sono prese a maggioranza assoluta dei voti. In caso di parità di voti, la proposta messa a votazione s’intende respinta. Le deliberazioni debbono risultare dal verbale sottoscritto dal Presidente e dal Segretario.

TITOLO III PRESIDENTE

Art. 18
Il Presidente rappresenta l'Associazione di fronte a terzi, ed è responsabile dell'attività della stessa.
Egli ha la rappresentanza in giudizio, la firma dell'Associazione, in tutte le questioni di carattere finanziario per le quali, peraltro, può concedere delega al vicepresidente, con facoltà di conferire mandati e procure speciali a terzi.

Art. 19
Il Presidente e il vice presidente sono eletti a maggioranza assoluta dall'Assemblea dei Soci Fondatori, la durata delle cariche è di due anni e sono rieleggibili.

Art. 20
In caso di impedimento temporaneo le funzioni di Presidente sono esercitate dal vicepresidente.
L'elezione del nuovo Presidente deve avvenire entro trenta giorni dal momento in cui si verifichi un impedimento permanente.

TITOLO IV PATRIMONIO DELL'ASSOCIAZIONE

Art. 21
Il patrimonio dell'Associazione è costituito:
• dai contributi di ammissione;
• dalle eventuali quote associative;
• dai residui attivi;
• da beni, immobili e mobili;
• donazioni e lasciti;
• rimborsi;
• attività marginali di carattere commerciale e produttivo;
• ogni altro tipo di entrate (contributi dello Stato, dei Ministeri, delle Regioni, di Enti locali, di enti e di istituzioni finalizzati al sostegno di specifici e documentati programmi realizzati nell’ambito dei fini statutari, contributi dell’Unione Europea e di organismi internazionali);
• dalle cessioni di beni e servizi agli associati e a terzi, anche attraverso lo svolgimento di attività economiche di natura commerciale, artigianale o agricola, svolte in maniera sussidiaria e comunque finalizzate al raggiungimento degli obiettivi istituzionali.
I contributi degli aderenti sono costituiti dalle quote di associazione annuale, stabilite dall'Assemblea dei Soci Fondatori e da eventuali contributi straordinari stabiliti dall'Assemblea, che ne determina l'ammontare.
Le elargizioni in danaro, le donazioni e i lasciti sono accettate dall'Assemblea, che delibera sull’utilizzazione di esse, in armonia con finalità statuarie dell'organizzazione.
Gli eventuali utili o avanzi di gestione, nonché i fondi, le riserve o l’attivo durante la vita dell'Associazione non potranno essere distribuiti, neanche in modo indiretto, salvo che la destinazione o la distribuzione non siano imposte dalla Legge.
I Soci qui costituiti dichiarano di sottoscrivere ciascuno una quota di Euro 50,00 (CINQUANTAEURO/00), per cui il Capitale iniziale dell’Associazione è di Euro 200,00 (DUECENTOEURO/00).
Dichiarano altresì di aver già versato tutti in data odierna nella cassa dell’Associazione la somma corrispondente alla quota da ciascuno sottoscritta.

Art. 22
Responsabilità
Per le obbligazioni sociali, risponde soltanto l’Associazione col suo patrimonio.

TITOLO V COLLEGIO DEI REVISORI

Art. 23
L'Assemblea dei Soci Fondatori nomina ogni tre anni tre Revisori dei conti.
I Revisori dei conti curano il controllo delle spese, sorvegliano la gestione amministrativa dell'Associazione e ne riferiscono all'Assemblea generale.
Il Collegio dei Revisori si raduna almeno due volte l'anno. Una di tali riunioni sarà tenuta nel mese che precede quello in cui l'Assemblea dei Soci Fondatori sarà chiamata ad approvare il Bilancio consuntivo e preventivo di ogni esercizio.

TITOLO VI COLLEGIO DEI PROBIVIRI

Art. 24
L'Assemblea dei Soci Fondatori nomina ogni tre anni il Collegio dei Probiviri, formato da tre membri.
Tutte le eventuali controversie tra le associazioni relative al rapporto associativo o tra esse e l'Associazione ed i suoi organi saranno devolute a detti Probiviri, i quali giudicheranno ex bono at aequo senza formalità di procedura. È escluso il ricorso ad ogni altra giurisdizione

 

TITOLO VII SCIOGLIMENTO E LIQUIDAZIONE

Art 25
Addivenendosi per qualunque causa allo scioglimento dell'Associazione, la liquidazione sarà demandata a tre persone nominate dall'Assemblea che ne determinerà i poteri.
In caso di scioglimento, per qualunque causa, il patrimonio dell'Associazione verrà devoluto ad altra Associazione con finalità analoghe o a fini di pubblica utilità, sentito l'organismo di controllo di cui all'art. 3, comma 190, della Legge 23 dicembre 1996 n. 662, salvo diversa destinazione imposta dalla legge.

 

TITOLO VIII VARIE E GENERALI

Art. 26
Per quanto non disposto nel presente Statuto valgono le norme e le disposizioni del Codice Civile.

Art. 27

Il presente Statuto potrà essere integrato da un regolamento che ne attui gli enunciati e che dovrà essere approvato dall'Assemblea dei Soci Fondatori con la maggioranza assoluta.

Art. 28

Tutti i Soci sono invitati a proporre all'Assemblea dei Soci Fondatori, per iscritto, proposte e suggerimenti concernenti l'attività di organizzazione e promozione dell'Associazione.

Associazione Variazioni - Sostienici

Associazione Variazioni - Nati per leggere

Lettori volontari cercasi!!

Progetto Biblioteca del

Centro Culturale puntoacapo

 

Biblioteche e ludoteche

Associazione culturale variazioni

JSN Solid template designed by JoomlaShine.com